Picchiava la nonna 80enne che si rifiutava di dargli soldi e la donna, nella cui abitazione il nipote era agli arresti domiciliari, preferiva dormire sul balcone per timore di essere uccisa.

E’ l’accusa contestata a un 25enne che è stato arrestato e condotto in carcere da carabinieri del comando provinciale di Catania.

Nonostante le violenze subite l’anziana non ha denunciato il nipote.

E’ stata una zia del 25enne a fare intervenire i carabinieri dopo l’ultima aggressione, con calci e pugni, e un tentativo di strangolamento subiti dalla vittima.