Non aprire la porta a sedicenti addetti pubblici, non rispondere a telefonate o email sospette, controllare i prezzi. Sono queste alcune delle raccomandazioni che i carabinieri hanno diffuso alla cittadinanza. In questo giorno sono tante le segnalazioni e le denunce nei confronti di truffatori che ne approfittano della situazione di emergenza per eseguire raggiri e furti.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Catania in questo particolare momento in cui i cittadini sono costretti a rimanere in casa per evitare il diffondersi del covid-19, hanno sentitol’esigenza di sensibilizzare la popolazione su alcuni accorgimenti da seguire per evitare di cadere vittima di raggiri da parte di soggetti senza scrupoli che potrebbero approfittare delle fasce più deboli.

In particolare i militari suggeriscono di non aprire la porta a sedicenti funzionari pubblici incaricati a somministrare il tampone per il coronavirus. Un altro consiglio è di non aprire la porta a chi si presenta per eseguire disinfestazione delle abitazioni e dei condomini, o delle banconote e non rispondere ad email o telefonate contenenti indicazioni sul covid-19. I Carabinieri suggeriscono, inoltre di controllare i prezzi, in particolar modo negli acquisti on line di disinfettanti e materiale protettivo e di denunciare immediatamente truffe di ogni genere.

I Carabinieri di Catania hanno messo a disposizione un numero dedicato alle segnalazioni, lo 095/2509000 della centrale operativa del Comando Provinciale attiva H24.  Sempre attivo anche il 112 NUE.