È iniziato il processo all’ex presidente dell’Ordine dei Medici di Catania Massimo Buscema che dovrà rispondere di calunnia.

Il terzo Tribunale etneo ha rinviato, per competenza, a una sezione Monocratica il processo a Buscema, accusato di calunnia nei confronti dell’ex direttore sanitario dell’Azienda sanitaria provinciale del capoluogo etneo Franco Luca.

Al centro del procedimento, che è stato aggiornato al prossimo 12 novembre per l’assegnazione del fascicolo, alcune dichiarazioni sulle procedure di verifica eseguite dall’Asp nei confronti di 937 medici della provincia per presunte iperprescrizioni di farmaci per la cura dell’osteoporosi. Per i legali di Buscema, il prof. Giovanni Grasso e l’avvocato Mario Brancato, il loro assistito aveva l’esigenza di salvaguardare la posizione di quasi mille medici di base dell’Ordine catanese e la privacy dei loro pazienti.