E’ morto oggi a Catania all’età di 89 anni Gino Maltese, storico massaggiatore sportivo.

Prima del Siracusa, agli inizi degli anni ’70, voluto da Concetto Lo Bello, e poi del Catania, dove è rimasto legato a vita, creando un forte legame di amicizia e rispetto reciproco con il presidente Angelo Massimino. E’ stato anche al servizio della Reggina calcio.

Gino Maltese è stato una ‘colonna’ del Catania e tutti i tifosi e e i calciatori lo ricordano sia per la sua straordinaria abilità e – soprattutto – per l’incredibile velocità con la quale dalla panchina raggiungeva i calciatori che si infortunavano in campo.

Il suo nome è legato soprattutto alla promozione in serie B del Catania nel 1979 quando in panchina c’era Lino Petrillo.

“La sua competenza era incontestabile – ricorda il figlio Sergio – riusciva a fare diagnosi solo con le sue mani, puntualmente confermate da successive accertamenti diagnostici”.

(foto tratta da CalcioCatania.it)