Distrugge casa dinanzi i figli minori perché geloso della moglie, e i Carabinieri lo arrestano. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Gravina di Catania (CT) hanno arrestato nella flagranza un 45enne di origini mauriziane, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e minacce aggravate, reati commessi nei confronti della moglie di anni 52 e i figli minorenni di 10 e 15 anni.

La donna, originaria delle Mauritius, mentre si stava recando al lavoro in macchina ha ricevuto un messaggio sul proprio cellulare inoltratole dalla figlia 15enne, che la avvertiva che il padre stava distruggendo i mobili di casa. La ragazzina, terrorizzata anche per la presenza in casa del fratellino di soli 10 anni, aveva già chiamato il 112 consentendo l’intervento di una pattuglia del radiomobile di Gravina, in quel momento la più vicina a alla casa di via Giuseppe Marcellino a Catania.

I militari, appena giunti sul posto, hanno bloccato l’uomo e messo in sicurezza i bambini. Nel frattempo la donna, rientrata a casa, si sfogava con i carabinieri denunciando anni di soprusi del marito che, peraltro, da alcuni mesi la accusava di avere intrapreso una relazione extraconiugale. La donna, per dimostrare la pericolosità dell’uomo, ha mostrato i numerosi messaggi giunti sul suo telefonico dove esplicitamente l’uomo la minacciava di morte nonché di dar fuoco all’abitazione. L’arrestato è stato portato al carcere di Catania Piazza Lanza.