I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato nella flagranza il 26enne catanese Giovanni Torrisi, poiché ritenuto responsabile di furto aggravato.

Stava portando a spasso in via Canfora il proprio cane, un pitbull di 3 anni, quando scorgendo un ciclomotore elettrico nell’androne di un palazzo ha pensato bene di forzarne il blocco accensione e rubarlo.

Con lo scooter accesso e trascinandosi dietro il povero cane al guinzaglio, si è allontanato dal luogo, ignaro che un cittadino, avendo visto tutta la scena e scorgendo in fondo alla strada una gazzella, ha avvertito i militari descrivendo ladro, cane e motorino.

Questi vedendosi inseguito dai militari, invece di fermarsi ha forzato l’andatura del mezzo stremando l’animale (sofferente a causa delle alte temperature) fino in Via Gabriele D’Annunzio, angolo via Musumeci, dove è stato bloccato ed ammanettato.

Il cane, dopo aver rigurgitato del cibo, è stato immediatamente idratato dai militari che si sono avvalsi anche della collaborazione di una commerciante della zona che ha fornito la ciotola dove farlo bere.

I carabinieri, solo dopo essersi accertati che “Raùl” stava bene, lo hanno consegnato alla madre dell’arrestato.
Il 26enne, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.