Blitz anti tassisti abusivi alla Stazione Centrale di Catania, lo scorso 9 settembre, da parte della Polizia di Stato con il personale della Polizia Stradale e della Polizia Locale e con l’ausilio del personale della Polizia Ferroviaria. Un uomo, R.S. di 49 anni, che esercitava abusivamente l’attività di tassista, in piazza Giovanni XXIII, è stato denunciato.

L’uomo, sprovvisto di alcuna licenza, stazionava a bordo della propria monovolume di colore bianco, a imitazione delle livree dei taxi regolari, in attesa di caricare turisti o viaggiatori ai quali avrebbe applicato tariffe a prezzi vantaggiosi. A porre fine all’illecito ci hanno pensato i poliziotti della “Stradale” che hanno “passato ai raggi x” sia il conducente, che è stato sanzionato ai sensi del Codice della Strada, sia il veicolo che è stato sequestrato ai fini della successiva confisca.

La palla è, poi, passata ai colleghi del Commissariato San Cristoforo e nei giorni seguenti verranno approfondite la posizione di R.S., anche alla ricerca di eventuali, ulteriori illeciti quali la percezione del reddito di Cittadinanza che sarebbe immediatamente segnalata agli Enti competenti per la revoca.

Continua anche la lotta ai posteggiatori abusivi. A Catania nell’ultimo settimana ne sono stati controllati e multati 15. Al 70enne M.B., al 21enne P.P. e a S.A.C. di 40 anni, sorpresi ad “esercitare” nelle zone di viale Kennedy e di piazza Borsellino, è stata notificata la misura che vieta l’accesso ai luoghi dove il destinatario è stato sanzionato per l’esercizio abusivo dell’attività di posteggiatore.