Hanno avuto inizio nel boschetto della Playa di Catania gli interventi di prevenzione incendi (abbattimento di alberi disseccati, potatura, ripulitura erbacea e decespugliamento arbustivo, etc) propedeutici alla realizzazione di opere per la riqualificazione complessiva dell’intera area a verde, sulla base di un piano generale elaborato insieme da Regione Siciliana e Comune di Catania.

Sono già in azione operai specializzati per rimuovere le condizioni di pericolo nel boschetto e renderlo fruibile, tanto che nel giro di poche settimane verrà restituito come spazio verde di svago per le famiglie.

Lo scorso 25 maggio il sindaco Salvo Pogliese e il presidente Nello Musumeci hanno siglato una convenzione affidando al dipartimento dello Sviluppo rurale siciliano la messa al sicuro dell’area – che si estende per circa 6 ettari – eliminando le condizioni che nel 2019 favorirono un vasto incendio in una zona ad alta densità turistica.

“Siamo soddisfatti che appena pochi giorni dopo la firma dell’intesa con la Regione – ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese – si stia intervenendo nel boschetto della Playa anzitutto per metterlo al riparo dagli incendi estivi, ma anche per restituirlo in breve tempo alla fruizione dei catanesi che sono molto legati a questo grande polmone verde. È un progetto molto importante che grazie anche alla sensibilità del presidente Musumeci, consente di mettere in sicurezza e rendere godibile un contesto naturalistico di grande valenza per il nostro territorio urbano”.

In occasione della firma dell’intesa il governatore Musumeci ha dichiarato: “Vogliamo mettere in sicurezza un vasto polmone verde della città e riqualificarlo per tornare a essere, come in passato, luogo di aggregazione per i ragazzi e le famiglie”.

“Intervenire nella zona della Playa a Catania – ha sottolineato il presidente della Regione – significa, innanzitutto, metterla al riparo dagli incendi estivi, ma anche restituirla alla fruizione della cittadinanza. Ecco perché la Regione, in accordo con il Comune, assumerà in gestione il Boschetto per tre anni. Da parte nostra vuole essere un contributo alla riqualificazione di un’area di particolare interesse nel capoluogo etneo”.