L’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone domani, mercoledì 20 maggio, si recherà nell’Ennese sulla Statale 117 Nord-Sud, nel tratto fra Nicosia e Mistretta, per la sua sesta visita ai cantieri Anas di ammodernamento dell’arteria. Saranno presenti i sindaci del territorio e i rappresentanti di imprese, sindacati e associazionismo. L’arrivo sul posto dell’esponente del Governo Musumeci è previsto per le 11.30.

“Il Governo Musumeci e i siciliani – dichiara Falcone – dicono basta alle giustificazioni dell’ingiustificabile, cioè i ritardi e le inefficienze di Anas. Domani saremo in provincia di Enna, sulla Statale Nord-Sud, per rivendicare l’apertura del lotto Bb4 della strada, fra Nicosia e Mistretta. Questo tratto ammodernato di Statale 117 risulta completato da ben cinque mesi, eppure ancora chiuso per le solite lungaggini. Adesso è davvero giunta l’ora di consegnarlo a un territorio che non può più aspettare i tempi infiniti della burocrazia. Un’azione chiara, fortemente voluta dai cittadini, dalle amministrazioni, da imprese e associazioni, per dire basta all’Italia dei cantieri a due velocità e reclamare, nei confronti di Anas, l’attenzione e il rispetto che la Sicilia merita”.

L’assessore era stato già sul posto a fine gennaio ed in quell’occasione aveva promesso una riapertura a marzo. Obiettivo non raggiunto vista l’emergenza sanitaria ancora in corso e la conseguente chiusura dei cantieri.

“Siamo moderatamente soddisfatti della produzione dei cantieri – aveva detto Falcone – ma, malgrado i segnali incoraggianti, c’è ancora tanto da fare. Il lotto B4b, lungo 7 km, è quello dove l’accelerazione nei lavori è più evidente e confidiamo che entro fine febbraio-inizio di marzo il tratto rinnovato di statale possa essere aperto al traffico”.