Quattro persone sono risultate positive al Covid-19 nell’Irccss ‘Oasi Maria Santissima’ di Troina. Lo rende noto il Comune dell’Ennese che ha riunito Coc di Protezione Civile disponendo che i dipendenti Oasi che prestano servizio nelle strutture sanitarie “Casa della Speranza”, “Villa Ester”, “Villa Giovanna” e “Villa Betania”, sono obbligati a non spostarsi dal luogo di lavoro fino a nuove disposizioni e quelli che vi hanno lavorato negli ultimi 40 giorni sono obbligati a rimanere in autoquarantena insieme con i familiari con cui sono stati in contatto.

Il sindaco di Troina, Fabio Venezia, con un’ordinanza, ha requisito l’hotel “Costellazioni” della Cittadella dell’Oasi per predisporre un cordone sanitario e permettere l’isolamento dei pazienti che si trovano attualmente nelle strutture sanitarie “Casa della Speranza”, “Villa Ester”, “Villa Giovanna” e “Villa Betania”.

Si sta predisponendo dentro la struttura sanitaria un reparto di 15 posti per eventuali casi di soggetti che manifestassero patologie più gravi. E stata predisposta per questa sera la sanificazione degli ambienti esterni del complesso sanitario “Villaggio Cristo Redentore”. Infine è stato richiesto all’autorità sanitaria l’ottenimento di un adeguato numero di tamponi da utilizzare per il personale sanitario e per chi abbia avuto contatti diretti con i soggetti contagiati.