Una donna di 40anni di Agira (En) avrebbe investito di proposito una ragazza con la sua auto. I magistrati ennesi hanno aperto un fascicolo a carico della donna sospettando un atto volontario e non un incidente avvenuto due settimane fa.

La giovane investita, una 23enne romena, solo da alcuni giorni è stata dimessa dall’ospedale e ha presentato, assistita dall’avvocato Vincenzo Franzone, una denuncia contro la donna. Dietro l’accaduto potrebbe esserci un movente passionale: si pensa che A.C. sospettasse una relazione tra il marito e la ragazza.

Secondo i racconti dei testimoni, la 23enne stava camminando lungo il corso principale e avrebbe imboccato via Bonerba, ripida stradina che porta a un parcheggio. A questo punto un’auto che, probabilmente, seguiva la ventenne, avrebbe imboccato il vicolo contromano investendo la giovane che è caduta sul selciato. A quel punto la donna alla guida avrebbe fatto retromarcia e avrebbe provato a passare sul corpo della ragazza che per fortuna era stata aiutata da un passante ad alzarsi e spostarsi.

La procura ha aperto un fascicolo per lesioni, ma i carabinieri stanno ascoltando i testimoni e visionando alcune telecamere di sicurezza per accertare se realmente l’atto è stato volontario.