Sangria, il punch a base di vino che viene dalla Spagna

  • La Nazionale italiana di calcio sfida le furie rosse per accedere alla finale dell’Europeo
  • La Sangria è il drink nazionale spagnolo
  • Si prepara con vino tinto, frutta e spezie
  • Il suo nome deriva dalla parola sangree, perchè è rossa come il sangue

Una coppa di sangria per esorcizzare la Spagna: è il miglior aperitivo in attesa di assistere al match di calcio dell’Europeo. Chi vince si qualifica per la finale.

C’è un vecchio detto spagnolo per spiegare la bontà di questo drink: il vino rosso fa buon sangue? La sangria lo fa “espectacular”. Non è chiara l’origine di questa bevanda, diventata simbolo della Spagna. Secondo alcune tradizioni, questa bevanda ha le sue radici nelle colonie spagnole in Sudamerica e arrivò nel vecchio Continente portata dai marinai di ritorno dalle spedizioni oltreoceano. Per alcuni storici, invece, la sangria sarebbe stata inventata dai contadini spagnoli. La sua prima apparizione in un dizionario di lingua spagnola risale al 1788, con la citazione curata da padre Esteban Torres.

Da qualche anno, la sangria è sotto la tutela dei Regolamenti dell’Unione Europea. Con quel termine si può identificare solamente una bevanda di origine spagnola o portoghese. Nella versione della Catalogna, la bevanda diventa leggermente frizzante, per l’aggiunta di un tocco di champagne o spumante.

Gli ingredienti per la sangria

  • vino rosso corposo 1 l
  •  Cognac 50 g
  • Mele Evelina 230 g
  • Arance 600 g
  • Pesche 400 g
  • Limoni 350 g
  • Zucchero 120 g
  • Baccello di vaniglia 1
  • Cannella in stecche 2
  • Chiodi di garofano 6
  • Ghiaccio

Come preparare la Sangria

  • Versate acqua e  zucchero in una casseruola. Unite i chiodi di garofano, l’anice stellato, la stecca di cannella e i semi di cardamomo. Ricavate la scorza di un limone e quella di due arance. Unite al composto. Scaldate lo sciroppo a fuoco lento fino a che lo zucchero non è sciolto. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
  • In una brocca versate lo sciroppo e il vino. Unite il succo di due arance e il liquore. Mescolate. Unite la frutta tagliata a cubetti e lacune fette dell’arancia rimanente. Fate riposare in frigo per  almeno 12 ore.