“Se hai bisogno di chiedere cos’è il jazz, non lo saprai mai”, diceva il noto trombettista Louis Armstrong.
Tutta la musica è, per definizione, un’esperienza vissuta in modo diverso da persona a persona. Nel jazz questa soggettività è ancora più evidente perché lo stato d’animo dell’artista influenza tantissimo l’esecuzione del brano e, quindi, l’emozione suscitata nell’ascoltatore.

Giunto alla terza edizione, prende il via il “Salina Jazz Festival” che rappresenta uno degli appuntamenti più prestigiosi nell’ambito del jazz siciliano.

Il Salina Jazz Festival aprirà i battenti il 20 settembre per una tre giorni ricca di musica e sound da vivere ed afferma l’interazione tra alcune tra le migliori espressioni del jazz siciliano con artisti internazionali, che saliranno su palco del prestigioso Palazzo Marchetti, utilizzato proprio per eventi culturali di spessore dell’Isola. La volontà degli organizzatori della kermesse è di farla crescere sempre di più nel tempo grazie anche all’ausilio di masterclass e seminari di musica a beneficio della collettività e dei giovani musicisti.

Appuntamento dunque il 20 settembre a Palazzo Marchetti alle ore 21.30 ad ingresso libero con “Giuseppe Urso Trio feat. Gianni Gebbia“, per continuare il 21 con il gruppo “2 of Us” e chiudere il 22 con la figura internazionale del Festival, la cantante “Joyce Elaine Yuille Quartet”. Dopo numerose apparizioni di importante caratura, tra le quali il palco nel tempio del jazz del Blue Note a Milano, Joyce Elaine Yuille sarà dunque special guest del Salina Jazz Festival. Entertainer di altissimo livello, l’artista d’oltreoceano ha calcato il palco con alcune tra le più famose artiste internazionali, quali Gloria Gaynor, Donna Summer e Randy Crawford, solo per citarne alcune.