Ieri sera, i Carabinieri della Stazione di Falcone, in provincia di Messina, hanno arrestato in flagranza di reato il 56enne georgiano M.S., ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti verso familiari.

Nei mesi scorsi i militari della Stazione di Falcone erano già intervenuti a seguito di maltrattamenti di cui M.S. era ritenuto responsabile, accertando in particolare che l’uomo aveva percosso e minacciato la moglie.

Sin dalla mattina di ieri, i Carabinieri hanno svolto degli specifici servizi in quanto l’uomo, mentre si trovava nel Paese di origine, aveva inviato alla moglie un video nel quale si riprendeva mentre si procurava delle lesioni sul corpo, manifestando nei confronti della donna propositi violenti da attuare non appena fosse tornato in Italia.

I Carabinieri hanno accertato che l’uomo stava rientrando in Italia diretto proprio verso l’abitazione della moglie e lo hanno bloccato nelle immediate vicinanze della casa della donna trovandolo in possesso di un cacciavite e di una fune e pertanto lo hanno arrestato in flagranza per il reato di maltrattamenti verso familiari.

Ultimate le formalità di rito, su disposizione dal Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Patti, Dr. ssa Alice Parialò, l’uomo è stato portato presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.