Si sono svolti questa mattina a Milazzo (ME) i funerali di Aurelio Visalli, 41 anni, il sottufficiale della Guardia Costiera che ha perso la vita sabato scorso durante un soccorso nel mare di Ponente in tempesta. La cerimonia si è svolta all’interno del Duomo ed è stata celebrata dall’ordinario militare monsignore Santo Marcianò e dall’arcivescovo di Messina Giovanni Accolla. Ai funerali del sottufficiale hanno partecipato anche il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, e il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli.

A Milazzo è stato proclamato il lutto cittadino, come anche a Venetico, e sono stati anticipati a ieri i comizi di chiusura delle elezioni amministrative di domenica. Presenti anche esponenti della politica locale e regionale. Ai familiari è stata restituita la salma dopo l’autopsia disposta dalla procura di Barcellona che avrebbe stabilito che sarebbe deceduto per un trauma alla colonna vertebrale causata dall’impatto con una onda di inaudita violenza.

La chiesa era inaccessibile durante il funerale a causa delle norme anti-covid. Hanno potuto partecipare al rito religioso solo 200 persone, quasi la metà parenti ed amici di Visalli, la restante parte i colleghi della capitaneria di Milazzo e le autorità. All’esterno della chiesa è stata attivata l’amplificazione per consentire di ascoltare la celebrazione in piazza. La salma, dopo la messa, è stata trasferita al cimitero di Venetico, il comune in cui viveva con la sua famiglia, moglie e due figli.

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ieri ha incontrato a Milazzo i vertici della Capitaneria di porto per esprimere “il cordoglio del governo regionale e della comunità isolana” per la tragica morte del sottufficiale Aurelio Visalli. Ad accogliere Musumeci c’erano il contrammiraglio Giancarlo Russo e il comandante della Guardia costiera di Milazzo, Massimiliano Mezzani. “Un incontro breve ma intenso e commovente” lo ha definito il governatore all’uscita dal comando: “Il gesto del generoso militare ha suscitato un unanime sentimento di dolore tra i siciliani e di questo desidero rendermi interprete presso i familiari ed i colleghi di lavoro”.

Sono tanti i dubbi ancora da chiarire sulla dinamica della tragedia. La direzione marittima di Catania ha diramato un breve comunicato. “Sono in corso accertamenti per ricostruire l’esatta dinamica della tragica vicenda in cui ha perso la vita il 2° Capo Aurelio Visalli. È ancora forte il dolore per la perdita del nostro Sottufficiale, scomparso nel tentativo di prestare soccorso a chi era in pericolo. Col suo gesto ha onorato la divisa che indossiamo e il lavoro che ogni giorno svolgiamo per la sicurezza dei nostri cittadini. (FOTO OGGI MILAZZO)