I Carabinieri  di Milazzo (Me) hanno arrestato due fratelli, L.C.L. e L.C.G., di 20 e 18 anni, ritenuti responsabili del reato di detenzione illegale di arma comune da sparo.

I militari  hanno fermato il veicolo sulla quale viaggiava il diciottenne che è stato trovato con 3 grammi di salvia divinorum, un sostanza allucinogena, che lo stesso deteneva per uso personale. I Carabinieri hanno poi perquisito la casa al cui interno hanno trovato anche il fratello ventenne, in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuta presumibilmente all’assunzione di droghe.

I militari hanno trovato 4 grammi di marijuana e pistole, una di libera vendita e riproducente un’arma semiautomatica priva di tappo rosso e l’altra, una pistola comune da sparo tipo “lancia razzi” compresa di caricatore con all’interno 4 cartucce calibro 9 fabbricate artigianalmente in quanto, sebbene recanti sigle di proiettili a salve, risultavano proiettili a palla camiciate. I due fratelli  sono stati arrestati e portati in carcere. La droga è stata sequestrata.