La Procura di Messina ha chiuso le indagini su un filone dell’inchiesta nata dall’operazione della polizia dello scorso 22 gennaio sullo spaccio di droga nel rione di Valle degli Angeli a Messina, chiedendo il rinvio a giudizio per due medici accusati di falso ideologico e truffa e 4 poliziotti, accusati di coprire in particolare il boss di Valle degli Angeli Francesco Arena e alcuni spacciatori.

Uno dei poliziotti avrebbe rivelato ad Arena quali erano le indagini a suo carico in cambio di denaro. L’agente avrebbe anche detto, secondo l’accusa, ad alcuni pregiudicati dettagli sull’omicidio di Giuseppe de Francesco, il giovane assassinato a Camaro il 9 aprile del 2016 e avrebbe anticipato alla moglie di un pregiudicato che avrebbero effettuato una perquisizione in casa.

Indagati per presunte soffiate ad alcuni spacciatori e per assenteismo altri tre poliziotti. I due medici sono invece accusati di aver certificato a uno dei poliziotti una malattia inesistente permettendogli di usufruire di 10 giorni di riposo.