Il Gip ha convalidato il fermo di Cristian Ioppolo, 26 anni, accusato di essere l’autore dell’omicidio della fidanzata Alessandra Musarra, di 28 anni, avvenuto a Messina.

Il cadavere della ragazza, picchiata selvaggiamente, è stato trovato giovedì scorso dal padre nell’appartamento dove abitava la vittima.

Il difensore del giovane, l’avvocato Alessandro Billè, ha commentato la decisione osservando che “il Gip ha applicato la custodia in carcere, escluso l’aggravante della stabile convivenza, ha ritenuto esserci ‘parziali ammissioni’ dell’indagato e di credere che il mancato ricordo del fatto sia una strategia di Ioppolo”.

Per il legale “il Gip ritiene allo stato decisivo il messaggio al padre della ragazza con cui Ioppolo simula di essere la vittima”.