INPS e ASP Messina insieme nella lotta contro il covid attraverso lo strumento dell’adesione alla campagna vaccinale. Partirà in questi giorni la nuova iniziativa che vede da parte dei due enti la massima sinergia per agevolare il percorso di vaccinazione per alcune categorie particolarmente vulnerabili, come le persone invalide e diversamente abili. Si tratta di una soluzione innovativa che riguarda la provincia di Messina ed è stata sviluppata partendo da una ormai consolidata collaborazione tra le due istituzioni in un’ottica di gestione integrata delle visite sanitarie. Alla base del progetto, la constatazione che i soggetti chiamati a visita sono frequentemente portatori di patologie: in quanto tali dunque, meritano un sostegno adeguato alle rispettive condizioni di fragilità.

Un  canale dedicato per la vaccinazione

Il percorso per somministrare i vaccini si articolerà in questo modo: il giorno prima della visita, nell’ambito del triage telefonico relativo al covid, l’INPS informerà i pazienti della disponibilità di un canale dedicato per la vaccinazione. Nel giorno successivo, dopo la visita medico-legale INPS, i pazienti interessati a ricevere la prima dose potranno recarsi negli hub Fiera e PalaRescifina di Messina, fruendo degli slot appositamente riservati dall’ASP. “L’idea è nata con l’obiettivo comune di rafforzare i presidi a tutela dell’utenza, specialmente quella più debole e bisognosa” – afferma il direttore provinciale dell’INPS Messina Marcello Mastrojeni – “La creazione di circuiti semplificati d’inserimento dei soggetti fragili, sempre nel rispetto del Piano Vaccini, è coerente con la mission dell’Istituto di restituire risposte puntuali in tema accessibilità e fruibilità dei servizi”.

Obiettivo:  agevolare utenti che hanno maggiori difficoltà

“Vaccinarsi il prima possibile è l’unico modo per uscire dal tunnel della pandemia e tornare alla vita normale – evidenzia il direttore generale dell’ASP Bernardo Alagna – lo stiamo verificando in queste settimane, dunque accelerare la campagna e agevolare in tal senso gli utenti che hanno maggiori difficoltà è un compito indispensabile delle istituzioni. La concreta e operativa collaborazione con l’INPS, già sperimentata in altre occasioni, sarà ripetuta con questa occasione per fornire alla cittadinanza interessata un servizio in più”. “La provincia di Messina ha già raggiunto quote importanti di popolazione vaccinata – evidenzia il commissario ad acta per l’Emergenza Alberto Firenze – con medie in grado di superare le 6mila somministrazioni giornaliere. Sicuramente andare incontro alle esigenze d’invalidi e disabili attraverso un sistema virtuoso, al fianco dell’INPS, rappresenta un’azione concreta e meritevole”.