La Polizia di Messina ha arrestato Santo Fusco, 45 anni, messinese eseguendo un’ordinanza di misura cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Messina. L’uomo è ritenuto responsabile della rapina messa a segno nel pomeriggio dello scorso 14 marzo ai danni di un tabacchi in centro città. 

Fusco sarebbe riuscito a farsi consegnare dai dipendenti 900 euro e gratta e vinci per un valore di 1200 euro minacciandoli con un coltello poi abbandonato durante la fuga e recuperato dai poliziotti. 

Le  indagini della Polizia hanno permesso di individuare il malvivente e ricostruire le differenti fasi dalla rapina, dall’ingresso dell’uomo nel tabacchi fino alla fuga a bordo di un’auto. Decisive le immagini di video sorveglianza registrate all’interno e all’esterno del tabacchi, che hanno fornito elementi basilari circa i tratti somatici dell’uomo , il suo abbigliamento e l’auto con cui si era allontanato con manovre rocambolesche e azzardate e alla cui proprietà i poliziotti sono velocemente risaliti.

Il rapinatore ha anche tentato di depistare le indagini denunciando il furto dell’auto, avvenuto, secondo quanto sostenuto, in luogo, tempi e con modalità del tutto inverosimili e contrastanti con quanto emerso dal lavoro dei poliziotti. Il quarantacinquenne è stato posto ai domiciliari.