“Pare che nulla serva a fermare questo governo regionale che tira dritto, offrendo volentieri il suo beneplacito ad almeno due inceneritori in Sicilia”, lo dice la deputata del Messinese del Movimento 5 Stelle Valentina Zafarana rispetto al parere favorevole dato durante la Conferenza Stato-Regioni di ieri al decreto del governo Renzi che mira alla realizzazione di termovalorizzatori; così la Sicilia, rappresentata dall’assessore Mariella Lo Bello, ha votato SI.

“Crocetta, il presidente sordo, – afferma Zafarana – offende anche la volontà popolare espressa solo pochi giorni fa, durante il referendum consultivo a San Filippo del Mela e Gualtieri Sicaminò, sulla riconversione della centrale Edipower a CSS. La lettura del risultato referendario mostra chiaramente la volontà popolare di esprimersi in massa per il NO agli inceneritori; a San Filippo, il 96,2% ha detto No, a Gualtieri, oltre il 98% degli elettori”.

“Abbiamo di fronte la quasi totalità dei cittadini della valle del Mela che dice NO, – continua – senza se e senza ma, passando oltre quei ricatti occupazionali che hanno reso schiavi i siciliani per troppo tempo. Sono percentuali che non danno spazio a interpretazioni e devono essere rispettate”.

“Nei prossimi mesi, in qualità di vicepresidente della commissione d’inchiesta sulla Valle del Mela all’Ars – così la parlamentare M5S – faremo chiarezza sui lati più oscuri che hanno interessato l’area, sotto il profilo dell’inquinamento e delle bonifiche. Un territorio già martoriato come tanti altri in Sicilia adesso rischia altri innegabili danni ambientali, i termovalorizzatori non eliminano l’emissione di diossine nei fumi di scarico dispersi nell’atmosfera circostante. Un fatto su cui concordano ormai tutti, costruttori, medici e tecnici”.