• Scossa di terremoto registrata in mare alle 2,02 della notte
  • Avvertita dagli abitanti delle isole Eolie
  • Altre sequenze sismica fra Catanese e Messinese registrate a Capodnno
  • In precedenza terremoto a dicembre el Ragusano

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 2:02 in mare tra la Calabria e le isole Eolie. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a circa 220 km di profondità ed epicentro tra Stromboli e la costa calabra. Non si segnalano danni a persone o cose ma il susseguirsi diaventi sismici nelle ultime settimane e negli ultmi mesi allarma parte della popolazione.

Una sequenza sismica, infatti, si era verificata a Capodanno nella provincia nord di Catania, alle pendici dell’Etna. Tra le scosse di terremoto se ne è registrata una di magnitudo 3.8 alle 22:54 di ieri  preceduta alle 22,51 da una scossa diintensità 3.2. L’inizio di questa sequenza risale alle 20,59 dell’ultimo dell’anno con una scossa di intensità 2.8, seguita da un crescendo di 12 scosse fino alle 22.52 e poi dalla sequenza maggiore. Ma lo sciame, dopo la scossa più forte,  è continuato a mezzanotte e 27 minuti con una scossa di intensità 2.1; all’una e 12 minuti con una scossa di intesità 2.8

Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma più intenso ha avuto ipocentro a 12 km di profondità; l’epicentro è stato 5 km a nordest di Ragalna e 21 a nordovest del capoluogo di provincia siciliano. Tutte le scosse sisono verificace a pocadistanza l’una dall’altr e sono riferibili tutte allo stessoevento Non si registrano danni a persone o cose. Finora sono state almeno 15 le scosse di terremoto di magnitudo pari o superiore a 2 registrate nella zona dalle 20:59 di ieri.

Ma la notte di Capodanno ha fatto registrare anche altri eventi sismici nel Messinese. A Sant’Agata di MIlitello una scossa è stata registrata alle 5,21 ed ha avuto una intensità di 2.2 ed è avvenuta ad una profondità di 7 chilometri sotto la crosta terrestre. Un’altra scosso il giorno prima alle 4,15 di intesità 2 .0 a Barcellona pozzo di Gotto.

L’ultimo terremoto forte che aveva creato allerta in Sicilia era stato registrato una settimana prima nel Ragusano la sera del 22 dicembre per l’esattezza. Il terremoto originariamente era stato valutato di magnitudo tra 4.9 e 5.4 ore 21:27 .

In seguito la scossa è stata registrata come di intensità fra 4,.4 e 4.6. La mattina seguente scuole chiuse a Comiso e a Vittoria

Il sisma era stato avvertito anche a Catania e Siracusa.  I testimoni avevano raccontato la paura, tremava tutto ed è durato a lungo.