Lo scrittore siciliano Andrea Camilleri è ricoverato in rianimazione all’ospedale Santo Spirito di Roma a causa di un arresto cardiaco.

Una notizia che ha creato tristezza ed apprensione nel mondo della cultura e nei fan del ‘papà’ del commissario Montalbano ma che nel contempo, sta facendo emergere, ancora una volta, la violenza del web.

Molti i sostenitori di Salvini che su internet esultano per la notizia o offendono Camilleri che lotta tra la vita e la morte.

I salviniani non perdonano allo scrittore le sue ultime esternazioni sul ministro dell’Interno. Molto dure erano state le parole di Camilleri, che aveva criticato la scelta del leader della Lega di usare il rosario in campagna elettorale. “Mi dà un senso di vomito”, aveva detto lo scrittore. Non era mancata, come al solito, la replica del ministro che aveva risposto con un lapidario: “Scrivi che ti passa”.

Insomma, i leoni da tastiera non hanno tardato a farsi sentire per riversare il loro odio sui social.
Per esempio, sotto l’articolo che annuncia il ricovero in codice rosso di Camilleri al Santo Spirito di Roma di Libero Quotidiano, è stato scritto di tutto.

«Mi dispiace per lui, forse si è affogato nel suo stesso vomito che ha gettato con le Sue dichiarazioni su Salvini. Detto questo spero si riprenda», recita il commento contro Camilleri che ha ottenuto più like sotto l’articolo pubblicato da Libero sui suoi canali social.

«Eeee, chi sputa in aria gli casca in faccia», sostiene un altro utente. E ancora: “L’odio che porta dentro ne è causa”.

Insomma, per i salviniani nessuno può toccare il loro “Capitano”.