• Matteo Bassetti: «Campagna vaccinale fallita, è il turno di un esperto».
  • L’infettivologo: «Per il CTS è arrivato il momento di un restyling».

Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, ha affermato all’Adnkronos che «la campagna vaccinale con i tendoni e le primule è un fallimento e questo è evidente».

Bassetti, che è anche componente dell’Unità di crisi Covid-19 della Liguria, ha aggiunto: «Non voglio esprimermi sul commissario per l’emergenza Covid Arcuri ma ci sono figure del mondo medico (virologi, infettivologi, microbiologici o igienisti) che avrebbero dovuto essere ascoltati di più e invece non è avvenuto. Quindi ora è il momento di cambiare perché è evidente che, per quanto riguarda i vaccini, serve ascoltare di più i tecnici e meno la parte ingegneristica e organizzativa che è importante ma secondaria».

«Nei mesi passati – ha aggiunto l’esperto – quando eravamo ancora in tempo, non è mai stata avviata una campagna mediatica seria per spiegare agli italiani l’importanza delle vaccinazioni anti-Covid. Oggi ne vediamo i risultati con molti che nutrono dubbi. Anche l’assunzione di medici e infermieri è naufragata. Con il nuovo Governo Draghi si arriva dove avevamo detto, ovvero ad un certo pragmatismo e quindi si punta ad aprire alla vaccinazione nelle fiere, nei cinema e nei teatri, nelle farmacie e nelle caserme».

Secondo Bassetti, infine, anche per il Comitato tecnico scientifico «è arrivato il momento di un restyling con una presenza più importante rispetto alla componente oggi presente di virologi, microbiologi e infettivologi».