La risposta immunitaria che si ha con due dosi di vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca è minore rispetto a quella osservata con il mix di vaccini con prima dose di AstraZeneca e seconda a Rna e anche con due dosi di vaccino ad Rna.  Il regime eterologo non sembra avere la stessa efficacia, invece, se la prima dose è a Rna e la seconda con AstraZeneca.

Lo ha precisato l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nelle nuove raccomandazioni sul siero di AstraZeneca.

Tuttavia, è bene ricorrere al mix di vaccini – ha spiegato l’OMS – solo in particolari situazioni di interruzione nelle forniture visto che gli studi sono su un campione limitato.

L’OMS ha precisato che con il regime misto di vaccini si è anche osservata una maggiore, anche se accettabile, reattogenicitù. «Anche se i dati al momento sono incoraggianti, serve cautela nell’interpretarli visto il campione limitato e la mancanza di follow up, specialmente sui dati relativi alla sicurezza. Al momento non ci infatti sono studi sull’efficacia del vaccino in regime eterologo. Più dati arriveranno a breve, così come nuove raccomandazioni». Il regime eterologo con i due tipi di vaccino «è da considerarsi off-label e non ci sono attualmente dati per preferire il regime eterologo rispetto agli altri vaccini».