Uno dei partecipanti alla sperimentazione sul vaccino di Moderna contro il Covid-19 ha affermato che l’unico effetto collaterale che ha percepito è stato un «braccio leggermente dolorante» e che sembrava un «normale vaccino antinfluenzale».

Il vaccino di Moderna, azienda statunitense, secondo i primi dati, ha un efficacia di quasi il 95% nel proteggere le persone dal nuovo coronavirus. Si ritiene, inoltre, che possa funzionare in tutte le fasce d’età, anziani compresi.

Neal Browning, originario di Bothell (Washington, USA), è stata la seconda persona in assoluto a ricevere la dose del farmaco che non è stato testato in anticipo sugli animali, come accade negli altri test.

Browning, come riportato su LadBible.com, ritiene che i rischi siano «minimi» rispetto all’impatto positivo che il vaccino potrebbe avere a livello globale. Parlando a Good Morning Britain, l’uomo ha detto: «Dal momento che ero nella fase iniziale della sperimentazione, sono andati avanti, ci hanno dato la dose e ci hanno fatto restare in clinica per circa un’ora per assicurarsi che non ci fossero reazioni avverse».

E ancora: «La seconda iniezione è stata quattro settimane dopo. Entrambe le volte non ho avuto problemi, a parte il risveglio con un braccio dolorante – molto leggermente dolorante – la mattina successiva. Proprio come un normale vaccino antinfluenzale».

Quando a Browning è stato chiesto se si sentisse nervoso riguardo al volontariato, ha detto: «Ci saranno sempre persone contrarie alla vaccinazione. Mia madre e mia moglie sono infermiere, quindi sono circondato dalla medicina. Ho fatto una ricerca. Hanno prodotto risme di documenti che spiegano come funziona, cosa fa. I rischi sembrano minimi rispetto ai benefici per il mondo. Non c’è possibilità di contrarre il Covid-19 da questo vaccino perché non contiene il virus».

Moderna ha fatto sapere che intende chiedere l’approvazione del vaccino nelle prossime settimane, dopo il successo definitivo della sperimentazione.