Un riconoscimento della città di Palermo al Comandante della Mare Jonio Pietro Marrone e al suo equipaggio. E’ l’idea avanzata dal sindaco orlando e sulle cui posizioni si schierano, adesso, un gruppo di docenti di un Liceo di Palermo. Una iniziativa in chiara contrapposizione al governo, al Ministro Salvini e che di fatto sbugiarda inchieste e interventi internazionali ma che secondo i docenti sarebbe, invee, altamente educativo.

Nel comunicare la loro iniziativa, 34 insegnanti spiegano di essere “consapevoli dell’imprescindibile ruolo educativo della scuola” e dicono di riconoscersi  “nel rispetto dei principi fondamentali della Costituzione della Repubblica italiana e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, nelle dichiarazioni del Sindaco di Palermo e nella sua volontà di conferire la più alta delle onorificenze cittadine al Comandante della Mare Jonio Pietro Marrone e al suo equipaggio.

Tutto messo nero su bianco in un documento nel quale esprimo “il proprio sostegno – culturale, civile, morale – a Mediterranea Saving Humans e a tutti coloro che antepongono la dignità e il valore delle persone ad altre considerazioni dedicando il proprio tempo e le proprie energie al salvataggio di esseri umani, in sintonia con le Convenzioni internazionali e con la ”legge del mare”.

Il gruppo di docenti dice di avvertire inoltre “l’obbligo urgente di esprimere pubblicamente, nell’ora presente, il proprio sgomento e la propria crescente preoccupazione per il dilagare di atteggiamenti mentali, di visioni del mondo, di comportamenti pratici ispirati all’individualismo, alla chiusura, a malcelato razzismo, all’intolleranza, alla violenza vessatoria anziché alla solidarietà, all’inclusione, all’equità, al rispetto dell’altro, all’affermazione di tutti i diritti umani e civili”.

LEGGI ANCHE NAVE ALAN KURDI VERSO MALTA