• Ersu Palermo, deciso ampliamento platea destinatari borse studio
  • Aggiunte nuove 3540 borse studio di cui 1053 per il primo anno
  • Il costo aggiuntivo è di sette milioni di euro

Ersu Palermo decide ampliamento platea borse studio

Con provvedimento del direttore Ernesto Bruno (n. 22 del 12/2/2021), l’ERSU Palermo ha determinato un ampliamento del numero delle borse di studio assegnate per l’anno accademico 2020/21 e la designazione di numero 3.540 nuovi assegnatari di borsa di studio (di cui n. 1.053 di primo anno e n. 2.487 di anni successivi al primo).

Le 3.540 nuove borse ERSU assegnate, il cui costo aggiuntivo è di 7 milioni di euro, si sommano alle 4.960 già erogate, per un totale di 8.500 borse di studio che vanno agli studenti frequentanti, in Sicilia occidentale, le università, accademie delle belle arti e conservatori di musica pubblici (istituzioni universitarie e afam sia statali che non statali).

Delle 8.500 Borse di studio totali erogate, numero 2.508 borse sono assegnate a studenti di primo anno e numero 5.992 a studenti di anni successivi al primo. Su un totale di n. 11.723 idonei al concorso la copertura raggiunta è del 73% circa.

L’importo della borsa di studio erogata agli studenti varia da un minimo di 1.189 euro a un massimo di 4.000 euro (comprensivo di 1.300 euro di contributo alloggiativo) in base alla condizione di studente in sede, pendolare o fuorisede e in base al numero ISEEU posseduto.

“A nome di tutto il Consiglio di Amministrazione dell’Ente – dichiara Giuseppe Di Miceli, presidente dell’ERSU Palermo – esprimo soddisfazione per questo importante risultato che consente, grazie all’azione di rilancio amministrativo portata avanti e alle sinergie con l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, questo importante risultato. Ma confermo – prosegue il professor Giuseppe Di Miceli – che continueremo nell’azione di reperimento di nuove risorse finanziarie con l’obiettivo di potere assegnare ulteriori borse di studio, nella direzione della maggiore soddisfazione possibile di studenti universitari risultati idonei al concorso Ersu che quest’anno ammonta a 11.723 studenti”.

I nuovi studenti beneficiari potranno verificare l’esito del concorso dalla pagina personale dei servizi “ersuonline” del portale studenti e dalle graduatorie.

Ersu Palermo, il bando 2020/2021 pubblicato la scorsa estate

Le borse di studio Ersu Palermo sono destinate agli studenti della Sicilia occidentale dei corsi di: laurea triennale, laurea magistrale a ciclo unico e laurea magistrale biennale (nuovo ordinamento); dottorato di ricerca purché non retribuiti; specializzazione (ad eccezione di quelli dell’area medica di cui al D.LG.S. 17 agosto 1999 n. 368) purché non retribuiti; dell’Alta Formazione Artistica e dell’Alta Formazione Musicale cui si accede con il possesso del titolo di diploma di scuola media superiore.

La domanda di concorso dovrà essere compilata online (sul sito www.ersupalermo.it a partire da domani 21 luglio): scadenza fissata per le ore 14 di giorno 4 settembre 2020, secondo le modalità previste dal bando di concorso pubblicato sul sito www.ersupalermo.it

Leggi Anche:
Borse studio, Ersu ed assessore Lagalla rispondono a studenti “In vena di inutili polemiche”
I requisiti per potere partecipare al concorso sono di reddito (certificato dai CAF, centri di assistenza fiscali) non dovendo superare un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) di euro 20.626,32 e un ISPE (Indicatore della Situazione Patrimoniale Equivalente) di euro 51.361,58. Per gli studenti frequentanti il secondo anno e successivi ci sono anche dei requisiti di merito minimo da possedere secondo apposite tabelle.

Ai fini dell’assegnazione della borsa di studio, del posto letto e dei pasti, gli studenti sono considerati, in relazione alla loro residenza e rispetto al polo didattico frequentato, come: studenti “in sede”; studenti “pendolari”; studenti “fuori sede”. Per l’attribuzione dei benefici si tiene conto se il valore ISEE sia inferiore o uguale ai 2/3 del limite, oppure compreso fra i 2/3 ed il limite massimo. Le borse di studio variano, in base alla classificazione dello studente, da un minimo di 1.189,05 euro (+ 180 pasti gratuiti in numero prestabilito) a un massimo di 2.757,74 euro (+ 300 pasti gratuiti in numero prestabilito).

Agli studenti risultati idonei al concorso, sarà effettuato d’ufficio il rimborso della tassa regionale per il diritto allo studio di 140 euro pagata all’atto dell’iscrizione presso l’istituzione universitaria prescelta. Nell’ambito dei contributi economici, oltre alle borse di studio ordinarie, il bando di concorso prevede anche borse di studio riservate a studenti: diversamente abili; stranieri provenienti da paesi extracomunitari; stranieri rifugiati politici, aventi diritto alla protezione internazionale; orfani di vittime del lavoro; stranieri figli di emigrati siciliani all’estero; orfani di vittime per motivi di mafia; vittime dell’usura e/o studenti figli di vittime dell’usura; residenti nelle isole minori ricadenti nel territorio della Regione Siciliana; orfani che dimostrino di essere ospiti o essere stati ospiti in una struttura di accoglienza, pubblica o privata.

In particolare quest’anno è stata aumentata la riserva per gli studenti stranieri figli di emigrati siciliani all’estero.
Sono, inoltre, previsti altri specifici contributi: per gli studenti diversamente abili con invalidità pari o superiore al 66% o in condizioni di gravità di cui all’art.3 comma 3 della L. 104/92; per studenti laureati in corso (premio di laurea).
I servizi messi a concorso sono, invece, di tipo residenziale e di ristorazione.
Sono numero 800, di cui 25 a Caltanissetta, i posti letto destinati agli studenti fuori sede (rispetto al corso di laurea avente sede a Palermo e a Caltanissetta).

Il servizio di ristorazione sarà disponibile: a Palermo presso le residenze Santi Romano, San Saverio, Santissima Nunziata e Policlinico Universitario ( Ospedale Civico); ad Agrigento, Caltanissetta e Trapani presso apposite strutture convenzionate; a Palermo, è attivo il servizio di ristorazione anche per gli ospiti delle residenze Schiavuzzo, Casa del Goliardo, Biscottari. Gli studenti, in base alla loro condizione, avranno diritto a un numero prestabilito di pasti.