Al via il secondo campo di volontariato internazionale organizzato dal circolo Legambiente Lojacono e da Legambiente Sicilia, nell’ambito del progetto “Il Grifone”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio – Dipartimento Politiche giovanili e Servizio civile Nazionale nell’ambito dell’avviso “Giovani per la valorizzazione dei Beni pubblici”.

Nel primo campo, i volontari si sono confrontati con una delle costruzioni tradizionali più rappresentative della cultura siciliana, “u pagghiaru”. Questo edificio, ricovero comune a diverse tipologie di lavoratori, quali carbonai, pastori e contadini, ha segnato per secoli l’immagine delle montagne delle Madonie. Comune ancora nel primo dopoguerra, oggi è una costruzione praticamente scomparsa. L’obiettivo è quello di ricreare un luogo di riscoperta del mondo contadino, una specie di museo en plein air, capace di far vivere realmente l’esperienza di ciò che è stato. Tutto questo all’ingresso di Castellana Sicula, comune madonita che, di per sé, rappresenta la porta del Parco delle Madonie: uno dei più ricchi serbatoi di biodiversità in Sicilia.

In questo secondo nuovo campo, i volontari, oltre a continuare la costruzione dell’antico pagliaio (al fine di un suo impiego per il turismo ambientale), studieranno gli anfibi ed il loro habitat. Seguiti da esperti naturalisti, i volontari si occuperanno anche della ricostituzione e della manutenzione di pozze e ambienti umidi adatti al loro sviluppo. In particolare, verrà realizzato un invaso artificiale che faciliti la riproduzione della batracofauna (rane e rospi) locale.

Il progetto prevede la realizzazione di una pozza della profondità massima di un metro, la rinaturalizzazione delle sponde e la piantumazione di specie vegetali autoctone di ambienti umidi. Non mancheranno, comunque, i momenti di svago e di scoperta del territorio madonita.

L’iscrizione ai campi di volontariato è aperta a tutti, dai 18 anni in su. Si può dare la propria disponibilità a partire da un giorno fino ad un massimo di 15. I partner che aderiscono al progetto Cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale sono: Comune di Petralia Sottana, Comune di Castellana Sicula, Parco delle Madonie Unesco Global Geoparks e CE.S.VO.P. (Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo).