L’Inps ha comunicato i dati delle prestazioni previste dal decreto Cura Italia e, ad oggi, erogate in Sicilia. Per quanto riguarda la Cassa integrazione in deroga, i decreti autorizzati sono tutti quelli pervenuti finora dalla Regione, 519, e interessano 1.230 lavoratori, per un totale di 272.744 ore e un impegno di 2.326.457,70.

Delle 19.293 domande pervenute per la Cig ordinaria, ne sono state autorizzate 17.083. Per quanto riguarda il Fondo d’Integrazione Salariale (FIS) le domande pervenute sono 7.286 e ne sono state autorizzate 1.061. Le richieste per i pagamenti diretti di Cassa integrazione ordinaria con modello Sr41 sono  27.899 e per tutte sono stati disposti i pagamenti. I bonus di 600 euro in pagamento sono in 276.811 e sono così divisi per provincia: Agrigento 30.462, Caltanissetta 14.261, Catania 58.363, Enna 10.722, Messina 35.400, Palermo 47.765, Ragusa 32.552, Siracusa 22.324, Trapani 24.962.

I pagamenti, ricorda l’Inps, vengono eseguiti, in caso di accredito, entro 5 giorni bancabili dalla data della disposizione da parte dell’Istituto, ed entro 5 giorni bancabili (più 3 giorni dalla medesima data), in caso di bonifico domiciliato.

Le pratiche, in tutto, sono 37.277 e riguardano 136.706 lavoratori. Ad analizzare le domande presentate dalle aziende è una task force di 140 persone, alle quali però non sono stati forniti secondo i sindacati strumenti sufficienti: “Il personale della task force è altamente qualificato – scrivono in una nota Alfio Mannino e Gaetano Agliozzo, segretari rispettivamente della Cgil Sicilia e della Funzione pubblica – che ha però ricevuto le credenziali di accesso alla piattaforma solo il 16 aprile e fino al 22 aprile per il suo malfunzionamento non ha potuto trasferire all’Inps alcun decreto”.