• I lavori svolti da due squadre Reset dureranno dieci giorni
  • Decespugliamento e pulizia per una quarantina di sezioni
  • Sala,”Le famiglie torneranno a visitare i propri cari in spazi più accoglienti”

Iniziate questa mattina le attività di decespugliamento e pulizia di alcune aree del cimitero dei Rotoli. Si tratta di una quarantina di sezioni dei campi di inumazione, in parte chiuse per lavori di consolidamento del costone roccioso. I lavori sono partiti su richiesta dell’assessore comunale Toni Sala che ha le deleghe ai servizi cimiteriali, beni confiscati, cimiteri, Igiene pubblica e diritti degli animali.

I lavori dureranno una decina di giorni

Le attività dureranno una decina di giorni e saranno svolte da due squadre di manutentori del verde della Reset.

“E’ un’attività di manutenzione ordinaria che però è necessaria per assicurare la pulizia di queste aree – spiega l’assessore Sala – Abbiamo voluto dare un’immediata risposta alle segnalazioni dei cittadini perché il cimitero deve tornare ad essere al più presto un luogo decoroso. Questa mattina, inoltre, il rup dei lavori per la messa in sicurezza del costone roccioso che sovrasta i Rotoli ha comunicato che alcune sezioni potranno tornare momentaneamente accessibili. Dunque, la Reset svolgerà anche lì le attività di decespugliamento e siamo al lavoro per emanare un nuovo provvedimento che consenta alle famiglie di tornare a visitare i propri cari in uno spazio accogliente e pulito”.

Mercoledì scorso pubblicato il bando per riattivazione forno

Lo scorso 28 aprile, intanto, il Comune di Palermo ha pubblicato sul proprio sito istituzionale l’avviso pubblico esplorativo per l’affidamento del servizio di architettura ed ingegneria. Bando che ha l’obiettivo di riattivare l’impianto crematorio del cimitero di Santa Maria dei Rotoli. L’incarico prevede la redazione del progetto definitivo, la redazione del progetto esecutivo, la direzione lavori, l’espletamento dell’incarico di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione e di realizzazione, e la redazione degli elaborati propedeutici all’ottenimento dell’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) per un importo di 23 mila euro, oneri esclusi; l’importo delle opere da realizzare è invece pari a 180 mila euro. Le manifestazioni di interesse dovranno essere inviate entro il prossimo 27 giugno esclusivamente a mezzo Pec all’indirizzo ediliziapubblica@cert.comune.palermo.it.

Quasi 900 bare attendono in deposito

Ma l’emergenza continua. E con essa anche la vergogna dato che sono quasi 900 le bare accatastate nel deposito del camposanto in attesa di essere sepolte. Numerosi gli appelli per trovare una soluzione. Poche settimane fa la vicenda era pure sbarcata in televisione a “Mi manda Rai Tre” ma il sindaco Orlando aveva dato forfait.

Ad inizio aprile c’era anche stata la provocazione del consigliere comunale Igor Gelarda, esponente della Lega, che aveva esortato i colleghi a fare una riunione del Consiglio proprio al cimitero dei Rotoli.