Paura e ansia per le ultime notizie sulla diffusione del coronavirus in Italia e in Sicilia. Mentre gli ospedali siciliani si preparano a fronteggiare una eventuale emergenza, sono tanti a chiedersi cosa fare e quali sono le regole da seguire per evitare il contagio. In molti si domandano anche cosa fare se si pensa di essere stati contagiati da una persona malata di coronavirus. La parola d’ordine è “niente panico”. Ecco alcune domande e risposte se si pensa di essere contagiati dal virus cinese o se si è entrati in contatto con persone affette dal coronavirus.

LEGGI QUI COME PROTEGGERSI DAL CORONAVIRUS

Cosa fare in caso di sospetto contagio da coronavirus? 

La raccomandazione delle autorità è quella, in caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) di non accedere direttamente alle strutture di pronto soccorso, ma di contattare il proprio medico di medicina generale o il numero 118.

Qual è la differenza tra i sintomi dell’influenza, di un raffreddore comune e del nuovo Coronavirus?

I sintomi sono simili e consistono in tosse, febbre, raffreddore. Sono tuttavia causati da virus differenti, pertanto, in caso di sospetto di Coronavirus, è necessario effettuare esami di laboratorio per confermare la diagnosi.

Come gestire un contatto stretto di un caso confermato di COVID-19?

Sulla base dell’Ordinanza “Ulteriori misure profilattiche contro la diffusione della malattia infettiva COVID-19’ del 21 febbraio 2020, le Autorità sanitarie territorialmente competenti devono applicare ai contatti stretti di un caso confermato la misura della quarantena con sorveglianza attiva, per quattordici giorni.

Quanto dura il periodo di incubazione del virus?

Il periodo di incubazione rappresenta il periodo di tempo che intercorre fra il contagio e lo sviluppo dei sintomi clinici. Si stima attualmente che vari fra 2 e 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni.

Esiste un vaccino per un nuovo Coronavirus?

No, essendo una malattia nuova, ancora non esiste un vaccino e per realizzarne uno ad hoc i tempi possono essere anche relativamente lunghi (si stima 12-18 mesi).

Esiste un trattamento per un nuovo Coronavirus?

Non esiste un trattamento specifico per la malattia causata da un nuovo coronavirus. Il trattamento deve essere basato sui sintomi del paziente. La terapia di supporto può essere molto efficace. Terapie specifiche sono in fase di studio.

Intanto le istituzioni cercano di informare la popolazione. È stato realizzato uno spot della Rai per il Ministero della Salute, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che sarà in onda nelle prossime ore su tutti canali Rai, con Amadeus per sensibilizzare tutti sulle buone pratiche quotidiane che aiutano a contenere il rischio contagio da coronavirus Covid-19.