“Non ci dovranno essere riposte dubitative all’interpellanza che oggi svolgerò ‪alle 15‬ sulla riprogrammazione di fondi europei. Le risorse che il governo centrale intende prelevare dal Fsc, che è ad oggi fissata nell’80% per il Mezzogiorno e nel 20% per il Centro-Nord, per creare spazio di spesa sui fondi strutturali al Nord devono avere una garanzia di certa restituzione al Mezzogiorno”. Lo dice Giusi Bartolozzi (Forza Italia).

“Il Premier Conte – prosegue Bartolozzzi – respinga seccamente la proposta della commissione europea che lascia liberi gli stati di usare i fondi strutturali europei, non ancora spesi, senza più vincoli di destinazione territoriale”.

“Le risorse dei fondi – conclude Bartolozzi – mantengano la loro allocazione regionale e la loro funzione addizionale rispetto a misure straordinarie che lo Stato è chiamato a finanziare con la fiscalità generale spingendo auspicabilmente il finanziamento in deficit sino a 100 miliardi di euro”.