Il covid-19 colpisce tutti, indiscriminatamente. Il padre di Angela Chianello, diventata simbolo social con il suo tormentone estivo “Non ce n’è Coviddi“, è risultato positivo al coronavirus. A comunicarlo è la stessa influencer, attraverso i suoi canali social.

I messaggi social

“Anche da noi è arrivato questo maledetto”, ha scritto la signora sul proprio profilo Instagram, seguito da oltre 120.000 follower. Una frase interpretata da alcuni siti come sintomo della positività della stessa Angela Chianello. Un fatto che la stessa ha prontamente smentito. “Nonostante tutto, vi esce sempre cattiveria dalla bocca. Noi siamo tutti vaccinati, ma il Covid è venuto anche nelle nostre case. Adesso vi dico vacciniamoci. Ognuno è libero di pensare come vuole perché è giusto rispettare le nostre idee. Ma una sola cosa vi dico: mettetevi un rosario nelle mani e pregate anziché essere così cattivi. Ad alcuni il Covid ha peggiorato la cattiveria”.

Le parole di Angela Chianello

Contattata dalla nostra redazione, la signora ha commentato il caos scoppiato sui social network, spiegando la situazione. “Ad essere positivo è mio padre. Sta un poco male, è paucosintomatico, ma al momento si trova a casa, sottoposto alle cure del caso”. Nel pomeriggio era stato erroneamente riportato, da alcuni siti d’informazione, che il caso di positività riguardasse la stessa Angela Chianello, cosa che la diretta interessata smentisce. “Non sono positiva e provvederò a tutelare la mia immagine contro chi ha riportato questa notizia”,  ha dichiarato. “Sono stato insultata sui social e qualcuno mi ha pure criticato con messaggi di odio verso di me e la mia famiglia”. Fatto confermato da alcuni commenti:  “Ben ti sta”. “Peccato che non sia tu”, ha scritto qualcuno poco avvezzo all’empatia e alla solidarietà.

La telenovela social durante la prima ondata del covid

Nella prima ondata del covid era stata una delle prime pagine social legate alla pandemia, con il suo famoso “Non ce n’è Coviddi” gridato nelle telecamere di Canale 5 in spiaggia a Mondello. Un tormentone che ha accompagnato per mesi gli italiani. Questo anche con tanto di canzone e video realizzato in piena pandemia, senza rispettare le norme sul distanziamento. Adesso anche in casa di Angela Chianello il virus è entrato.