Degrado, sporcizia, bagni fatiscenti. Andare a trovare i propri cari al cimitero dei Rotoli è più straziante di quanto non lo sia già di per sé il motivo della visita. A lanciare l’allarme è il consigliere comunale di “Avanti Insieme” Toni Sala.

“Il cimitero dei Rotoli è in una condizione vergognosa: sporcizia, sepolture inaccessibili, sentieri inagibili, bagni in condizioni indecenti, porte rotte. Passato il 2 novembre, nonostante l’impegno dei lavoratori, l’attenzione sugli impianti cimiteriali scema, a danno dei palermitani che vanno a trovare i loro cari.

Ci chiediamo che fine hanno fatto i progetti, perché il cimitero si trova in questo stato, a che punto sono il nuovo forno crematorio e il progetto del nuovo cimitero. Ho chiesto in commissione l’audizione dell’assessore con la delega ai cimiteri, i cittadini meritano di meglio”

Intanto monta la rabbia tra i cittadini che durante le visite vivono situazioni di grave disagio nel raggiungere la sepoltura.

“Questo è il rispetto che il Comune di Palermo assicura ai nostri defunti – scrive Anna su Facebook – oggi cimitero dei Rotoli: sporcizia, vilipendio delle sepolture, sepolture senza la possibilità di accesso, per passare si devono scavalcare altre tombe!
Se piove impossibile mettere un fiore. I bagni indecenti, vere latrine, porte rotte dove non è possibile avere un minimo di privacy! Ora come l’altra volta dopo le proteste diventeranno “severi” nell’accesso al cimitero e risolveranno il problema! Vergogna!”