Otto deputati dell’ARS si schierano con Musumeci, nella sua la protesta per la mancata consegna alla Regione dei Dispositivi e del materiale sanitario come i ventilatori elettrici, i kit diagnostici, e il numero insufficiente di mascherine. Gli otto parlamentari regionali condividono anche  le preoccupazioni che giornalmente medici, professionisti sanitari siciliani, gente comune indirizzano al Governatore Musumeci e all’assessore Razza.

Secondo Marianna Caronia, Giovanni Bulla, Antonio Catalfamo Luisa Lantieri, Giuseppe Gennuso, Carmelo Pullara, Giuseppe Compagnone, Stefano Pellegrino “è fondamentale – e in questo diamo al Governatore tutti il nostro solidale sostegno – lavorare per creare un fronte comune, per contenere la diffusione dell’epidemia e per salvaguardare in ogni modo l’incolumità dei cittadini e la salute pubblica. Gli otto deputati condividono l’idea che, in questo momento sia giusto “dimostrare di essere capaci a collaborare con efficienza, professionalità e solidarietà”.

“Riteniamo – affermano gli otto parlamentari –  che oggi più che mai il confronto e la collaborazione siano i cardini cui il Governatore e l’assessore Razza debbano improntare la loro azione quotidiana, stante che ad oggi hanno ormai dispiegato le loro strategie sanitarie  a fronte dell’emergenza. In questo senso è stata richiesta audizione, il prossimo 31 marzo, in commissione salute all’ARS  al fine di poter fare il punto della situazione e ragionare sulle strategie da porre in essere. L’importanza della collaborazione va perseguita anche per un consenso unanime dei territori su decisioni che hanno imposto ed impongono ai cittadini e alle forze sanitarie sacrifici importanti. Infatti oggi è tempo di agire e di prendere decisioni che governano al meglio l’attuale situazione di emergenza per guardare al futuro”.