I medici e i volontari dell’Ambulatorio medico sociale Borgo Vecchio, e gli attivisti del Centro sociale Anomalia vogliono ringraziare pubblicamente chi negli ultimi mesi ha continuato a sostenere le attività dell’ambulatorio popolare operante nel centrale quartiere di Borgo Vecchio, a Palermo.

“Proprio ieri, infatti, – si legge in un comunicato dell’Ambulatorio sociale Borgo Vecchio e del Centro sociale Anomalia – una nuova donazione è arrivata ad arricchire le dotazioni mediche del centro: grazie all’interessamento ed alla sensibilità mostrata da Gesap – in particolare dal suo Amministratore Delegato, Ing. Scalìa – e con il coinvolgimento dell’attuale vicesindaco del Comune di Palermo, Fabio Giambrone, l’ambulatorio avrà a disposizione un nuovissimo elettrocardiografo di fondamentale importanza per la realizzazione di visite cardiologiche.

Questa donazione segue di pochi mesi un altro importante “regalo” ricevuto per iniziativa del gruppo parlamentare presso l’Ars del Movimento 5 stelle: un ecografo multifunzione, utilissimo alla realizzazione di esami strumentali di svariate tipologie.

Queste donazioni – ultime di una lunga serie che ha visto interessati anche privati cittadini, associazioni, onlus, la Cgil, e tutta la comunità del Borgo – dimostrano ancora una volta bontà e utilità di un progetto di medicina sociale e gratuita quale quello messo in campo in questi tre anni al Borgo Vecchio; consideriamo, infatti, – si legge ancora nel comunicato – tali iniziative un riconoscimento politico oltre che sociale per la nostra attività volontaria partita a fine 2016 per affiancare quelle già esistenti al centro sociale Anomalia: il doposcuola per i bambini, la sala attrezzi per i giovani.

I suddetti progetti sono, da sempre, autofinanziati e si reggono sulla voglia, la sensibilità, i sacrifici di una cittadinanza attiva che, purtroppo, in questi anni, ha dovuto fare a meno della politica istituzionale: maggioranza e sindaco – si legge ancora nel comunicato – non hanno mai agito in alcun modo per contribuire allo sviluppo o alla sostenibilità dei nostri progetti. Preso atto di ciò, continuiamo a creare legami di solidarietà tra le persone che abitano e operano nel nostro amato quartiere.
Ricordiamo che è possibile richiedere visite e/o prendere informazioni sull’Ambulatorio tutti i lunedì, mercoledì e giovedì pomeriggio”.