La Polizia di Stato ha proceduto ad eseguire un provvedimento di fermo nei confronti di un diciannovenne del Gambia, Alpha Yallow, senza fissa dimora, accusato di violenza sessuale nei confronti di una donna e di tentata violenza sessuale nei confronti di una ragazza.

La convalida del fermo e la richiesta di misura cautelare in carcere è stata chiesta dal pm di turno Giorgia Spiri e le indagini sono coordinate dal pm Ilaria De Somma del Pool guidato dal procuratore aggiunto Annamaria Picozzi.

Il fermo è stato convalidato dal gip Cristina Lo Bue che ha emanato ordinanza di custodia cautelare in carcere. I primi di agosto una donna italiana è stata violentata alla stazione di Sferracavallo. Il gambiano ha approfittato che la vittima fosse rimasta sola ad aspettare il treno per violentarla. Gli agenti sono risaliti all’aggressore grazie alle telecamere. La donna ha raccontato alla polizia di frontiera una volta arrivata all’aeroporto quanto avvenuto. Gli agenti nel corso delle indagini hanno appurato che il migrante aveva tentato di violentare una donna straniera ed importunato altre donne nei pressi della stazione di Sferracavallo.

L’indagato aveva diversi precedenti per danneggiamento, molestie ed atti osceni in luogo pubblico. Sono al vaglio degli investigatori ulteriori accertamenti in merito alla possibilità che Yallow Alpha si sia reso responsabile di ulteriori aggressioni a sfondo sessuale in danno di inermi vittime. In questo senso, si invitano cittadini e testimoni che lo riconoscessero, a contattare il più vicino ufficio di Polizia.

Il giovane è stato associato presso la Casa Circondariale “Lorusso” di Pagliarelli.