Torna in carica ad un anno dalla condanna il capo di gabinetto del sindaco Leoluca Orlando. Lo scorso 2 dicembre il vicesindaco Fabio Giambrone ha riassegnato l’incarico a Sergio Pollicita, sospeso un anno fa dal tribunale di Palermo per abuso di ufficio.
In virtù di quella sentenza riportò il dimezzamento dello stipendio per 12 mesi. A sostituire il non più ex capo di gabinetto era stata Licia Romano, all’epoca vice capo di gabinetto.

Secondi gli inquirenti, quand’era responsabile del settore valorizzazione risorse patrimoniali, nel 2014 Pollicita avrebbe concesso ad un privato (proprietario di un b&b) circa 70 metri quadrati di suolo pubblico in Piazza Kalsa senza l’autorizzazione della Sopraintendenza, procurando così un illecito vantaggio patrimoniale. Su quell’area sorsero un gazebo e un giardino.

Secondo la procura, quel provvedimento avrebbe prima dovuto avere il benestare dei Beni Culturali in quanto l’area era vincolata. Adesso, dunque, il capo di gabinetto torna al suo posto. Una riassegnazione motivata “in funzione delle attitudini e capacità dimostrate dal dottore Sergio Pollicita, delle specifiche competenze organizzative possedute e dei risultati conseguiti nel corso dell’incarico di capo di gabinetto precedentemente assegnato“