“Dopo la tempesta del Coronavirus, il Buon Dio ristabilirà la quiete, la speranza; la solidarietà non verrà meno perché la risurrezione di nostro Signore Gesù Cristo porterà ad una vera e giusta rinascita in questa nostra provata società”.

E’ un messaggio di speranza quello che parte dalla Missione degli ultimi di Biagio Conte. Un messaggio da palermo ma rivolto non solo a Palermo.

“La Missione Speranza e Carità di Palermo, con tutti i fratelli e le sorelle, le mamme, i bambini, i giovani accolti, sentono nel cuore di donare una buona e santa Pasqua al nostro Papa Francesco, al nostro Arcivescovo Corrado, a tutti i vescovi, ai sacerdoti, ai religiosi e alle religiose, alle Caritas, al Banco alimentare, volontari e benefattori.

Ma anche al nostro Sindaco Orlando e a tutti i sindaci, al nostro Presidente della Regione Nello Musumeci e a tutti i presidenti delle regioni, al Presidente del consiglio Giuseppe Conte, al Capo di Stato Sergio Mattarella, al Presidente del parlamento europeo David Sassoli, a tutti i Capi di Stato del mondo, al nostro Prefetto Antonella De Miro e a tutti i prefetti, a tutti i Questori e a tutti i comandanti delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate, l’Ordine dei medici e degli infermieri, la Protezione civile, la Croce rossa, i Vigili del fuoco, i giornalisti, gli imprenditori, i lavoratori e i disoccupati”.

Il messaggio della Missione e dei suoi ospiti è indirizzato a tutti con la speranza di raggiungere ognuno in questo momento delicato e difficile ma guardando alla rinascita

“Una buona e santa Pasqua a tutti i cittadini, in particolare a quelli più poveri e disagiati, ai senza tetto, ai carcerati, agli ammalati, ai disabili, agli anziani, agli emigranti e gli immigrati. Una buona Pasqua a tutti i popoli, alle varie religioni, a chi crede e anche a chi non crede”.