Si è spento questa mattina, a Palermo, Salvatore Gallina Montana, uno dei volti più autorevoli dell’avvocatura siciliana. L’avvocato Gallina Montana è morto all’età di 91 anni.

Una carriera da avvocato iniziata da giovanissimo a Caltanissetta da dove era originario, nello studio di Giuseppe Alessi che poi divenne presidente della Regione. Gallina Montana era il decano dell’avvocatura siciliana ed è stato a partire dagli anni 50 uno dei protagonisti dei più grossi processi della Sicilia. È stato uno dei fondatori della Camera penale di Palermo. Fino a 5 anni fa ha indossato la toga. Tra i suoi clienti diversi capimafia come Michele Greco, oltre a politici e imprenditori.

“Esprimiamo il nostro profondo cordoglio per la scomparsa dell’avvocato Salvatore Gallina Montana, illustre penalista del foro di Palermo e uomo di altissima levatura, che ha per decenni rappresentato al meglio i valori dell’avvocatura”, si legge in una nota dell’Agius (Associazione giuristi siciliani). Il direttivo lo ricorda come “uomo e avvocato di rara caratura morale e professionale. Il Foro palermitano perde un pilastro fondamentale della propria comunità giuridica”.

I funerali si svolgeranno domani alle 11, nella chiesa di Valdesi.