“In Europa serve una rappresentanza che sia la sintesi di un’espressione identitaria in grado di fungere da collante tra le Istituzioni e il territorio. La lista dei candidati per il Collegio insulare è stata concepita in funzione di tali presupposti. Dispiace per gli esclusi però, i nomi presenti, a cominciare dalla scelta del Capogruppo di Forza Italia all’Assemblea Regionale Siciliana, Giuseppe Milazzo, sono sinonimo di omogeneità e garanzia per un Partito che in Sicilia vuole recitare un ruolo da protagonista del Centrodestra, sotto la guida del nostro presidente, Silvio Berlusconi”. A riferirlo e’ il Presidente della Commissione Affari Istituzionali all’ARS,  Stefano Pellegrino, del Gruppo Parlamentare di Forza Italia.

A intervenire sulla vicenda lista, che tanto scompiglio ha portato in Forza Italia, anche Tommaso Calderone, deputato di Forza Italia all’Ars: “Sono consapevole che l’impegno per migliorare questa Europa debba essere continuo, affinché si possano produrre risultati concreti per il nostro territorio. La lista dei candidati alla prossima competizione elettorale è stata concepita in tale ottica: garantire un equilibrio che consenta ampia rappresentanza dei valori fondativi del nostro Partito, in funzione di chiare esigenze territoriali. È per tale ragione che plaudo al buon operato del Coordinatore regionale, Gianfranco Miccichè, il quale con impegno ha contribuito al raggiungimento dell’obiettivo”.

LEGGI ANCHE

Europee, Forza Italia ufficializza la lista, Pogliese minaccia di lasciare il partito

Europee, Forza Italia va in frantumi in Sicilia, Pogliese guida l’addio in massa dei catanesi