E’ di nuovo al plenum il Cda della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana con la nomina dell’avvocato Enrico Sanseverino, appena insediatosi.

Una scelta di qualità da parte del presidente della Regione Nello Musumeci, un valore aggiunto per un Consiglio d’amministrazione che si contraddistingue per competenza e preparazione: dal presidente Maria Elena Volpes, al vicepresidente Marco Intravaia, ai consiglieri Giulio Pirrotta e Sonia Giacalone. A Sanseverino vanno i migliori auguri di buon lavoro da parte dei Colleghi del Cda e del sovrintendente Antonino Marcellino.

“Sono molto lieto ed onorato – è stata la prima dichiarazione di Sanseverino – di entrare a fare parte di un’istituzione palermitana. Ritengo che il mio impegno possa essere utile per restituire ai palermitani la consapevolezza di un patrimonio che non è soltanto la bellezza di un teatro, ma soprattutto la professionalità e la dedizione dei maestri che compongono l’Orchestra Sinfonica”.

Sanseverino è avvocato penalista da oltre quarant’anni; è stato presidente dell’Ordine degli avvocati di Palermo dal 2006 al 2011, presidente dell’Urega – Sezione provinciale di Palermo (Ufficio regionale espletamento gare d’appalto) dal 2012 al 2017. Una carriera prestigiosa e un’attività ancora in corso, quale avvocato cassazionista, di cui il nuovo componente del Cda della Foss è comprensibilmente fiero e desideroso di mettere l’esperienza maturata negli anni al servizio della Fondazione e, per tramite di essa, alla città.