Forza Italia in Sicilia si spacca anche su facebook. Non succede con duplicazioni di pagine o di candidati ma addirittura con un video promozionale che ‘sponsorizza’ la candidatura di Silvio Berlusconi alla europee in Sicilia come nel resto del Paese.

In queste ore nella pagina facebook del coordinamento Sicilia di Forza Italia è comparso un video di poco più di un minuto con immagini riprese da alcune convenction azzurre fra cui l’incontro nel quale Berlusconi ha presentato la propria candidatura spiegandone i motivi e il simbolo col quale gli azzurri corrono alle europee.

Un video promozionale che inizia con la scritta Gianfranco Miccichè per Berlusconi. La voce fuori campo all’inizio del video la si riconosce subito, è quella del Vice Presidente della Regione Gaetano Armao che negli ultimi giorni non è certo sulla stessa linea politica del commissario azzurro in Sicilia e presidente dell’Ars. Una forma di distensione? Senza approfondire così potrebbe essere interpretata, ma sarebbe una valutazione affrettata.

Eccolo il video comparso sulla pagina facebook del COORDINAMENTO FORZA ITALIA PER BERLUSCONI
sa

Ma la voce di Armao non è stata prestata dal Vice Presidente al video del coordinamento. Facendo un rapido passo indietro, infatti, sul profilo facebook di Armao si trova un video di appena due giorni fa, identico in tutto e per tutto, solo che l’incipit è ‘Armao per Silvio Berlusconi’ e il Vice Presidente della Regione non è fuori campo. Si tratta, infatti, di un brano dell’intervento dal palco di quella convenction fatto proprio da Armao e montato nel video promozionale pubblicato dallo stesso Armao.

Eccolo il VIDEO DI GAETANO ARMAO PER BERLUSCONI

Sembrerebbe, dunque, che il video del coordinamento regionale di Forza Italia sia lo stesso ma riveduto e corretto coprendo con insert il volto del vice di Musumeci e modificando la titolazione iniziale.

Una singolare scelta che suggerisce possa essersi trattato di un piccolo ‘dispetto social’ fra esponenti politici in disaccordo. Ma naturalmente  si tratta solo di un cattivo pensiero pre elettorale.