A Caltavuturo è tutto pronto per il “Fungo Ferla Fest“, il festival che sabato 9 e domenica 10 novembre celebrerà il pregiato fungo delle Madonie con due giorni di eventi enogastronomici, escursioni, attività sportive e conferenze.

Nelle mattinate di sabato e domenica, alle 9.30, gli stand espositivi si apriranno alle dimostrazioni ed alle degustazioni del “funciu di ferla” alla presenza di oltre 40 aziende locali e siciliane dell’agroalimentare e dell’artigianale.

Accanto alle degustazioni sono numerose le attività e i tour in programma alla scoperta di un territorio ricco di storia e di bellezze naturali. Si ricorda il Castello di Terravecchia che si erge sull’omonima rocca su cui sorgeva l’antico centro abitato medievale: un altopiano roccioso a 703 metri che sovrasta l’attuale cittadina di Caltavuturo.

E la Rocca di Sciara (1080 m), un imponente massiccio calcareo che sovrasta l’abitato di Caltavuturo, conosciuta e apprezzata scientificamente per le caratteristiche geologiche. La Rocca è visitabile attraverso un sentiero denominato “Rocca di Sciara”, che conduce in cima all’eremo di età medioevale dal quale è possibile ammirare la vetta del monte e vedere la Sicilia dall’alto. Entrambi i siti sono inseriti nel programma delle visite guidate a cura di esperti, sabato e domenica alle 10.00.

Per gli amanti della mountain bike e della natura, è prevista anche un’escursione in bici a cura dell’Asd “Bike Caltavuturo”, ore 9:30 di domenica.

Ma non finisce qui. Il cartellone sarà arricchito da un’uscita di trekking al Geopark, una visita al suggestivo museo privato della Targa Florio e uno spettacolo dell’opera dei Pupi. Non mancheranno infine artisti di strada itineranti ad animare la giornata di domenica.

Le degustazioni di funghi e altri prodotti tipici del territorio saranno accompagnate da conferenze di approfondimento sul tema dell’agricoltura e dell’alimentazione.