• Il 10 marzo la Giornata dei Beni culturali siciliani dedicata alla memoria di Sebastiano Tusa
  • In quest’occasione tutti i parchi e musei della Regione saranno aperti previa prenotazione on line
  • L’iniziativa nel secondo anniversario della scomparsa dell’ex assessore

L’iniziativa

In occasione della “Giornata dei beni culturali siciliani” dedicata alla memoria di Sebastiano Tusa, mercoledì 10 marzo, tutti gli istituti, i musei, i parchi e le gallerie della Regione Siciliana saranno visitabili gratuitamente, previa prenotazione sulla piattaforma Youline (http://laculturariparte.youline.cloud/) e nel rispetto di tutte le misure anti-Covid.

Si tratta dell’iniziativa istituita la scorso anno dal presidente della Regione, Nello Musumeci, per legare il ricordo dell’archeologo siciliano e assessore regionale, scomparso nel disastro aereo in Etiopia il 10 marzo 2019, alla promozione e alla fruizione del patrimonio culturale della Sicilia.

“Nel secondo anniversario della tragica scomparsa del nostro caro Sebastiano, consideriamo questa giornata un segno di rinascita, pur in un periodo di grande difficoltà – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – che sta vivendo tutta la popolazione e anche il settore culturale. Questo segnale di speranza ci è sembrato un modo doveroso per ricordare un uomo che ha speso la sua vita per la Sicilia, per la cultura, per la storia”.

Sicilia zona gialla riaprono siti e musei

Con il ritorno della Sicilia in “zona gialla”, hanno riaperto al pubblico i musei e siti culturali del Comune di Catania chiusi da due mesi quale misura precauzionale anticovid per l’isola.

Gli orari dei musei a Catania

Gli orari di fruizione dei musei sono articolati dal lunedì al venerdì, con esclusione dei giorni festivi, secondo le modalità previste dalle norme anti-Covid. Questo il calendario:

Museo civico di Castello Ursino, Palazzo della Cultura, Galleria d’Arte Moderna, Chiesa monumentale San Nicolò L’Arena e percorso canale di gronda: dalle ore 9 alle ore 19; Mediateca comunale di via Antonino di Sangiuliano, dalle 8,30 alle 13,30; Biblioteca Bellini di via Passo Gravina, dalle ore 8,30 alle ore 19,15; Archivio Storico Comunale, dalle ore 9 alle ore 13. Le visite della Cripta di Sant’Euplio sono organizzate su richiesta. I Musei Belliniano ed Emilio Greco resteranno temporaneamente chiusi al pubblico, per i lavori di ristrutturazione del Palazzo Gravina Cruillas che diede i natali al Cigno catanese.

La ripartenza della cultura a Palermo

Dopo la chiusura forzata, riaprono ai visitatori domani, martedì 16 febbraio 2021, il Complesso Monumentale di Palazzo Reale-Cappella Palatina e la mostra Terracqueo, che è stata prorogata fino al 31 maggio. Come da disposizione ministeriale, il Complesso aprirà dal lunedì al venerdì. Dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 14.30 (ultimo ingresso), il venerdì dalle 8.30 alle 16.30 (ultimo ingresso).

Come già accaduto durante la prima riapertura, la Fondazione Federico II ha organizzato una fruizione del sito che assicura ai visitatori un’elevata sicurezza nel rispetto delle disposizioni per il contrasto e il contenimento del covid-19.
Per accedere al Complesso Monumentale di Palazzo Reale, il ticket si può acquistare in biglietteria a Piazza del Parlamento oppure on line sul sito della Fondazione Federico II www.federicosecondo.org cliccando su “Biglietteria on line”. Sarà possibile acquistare il biglietto online fino a 20 minuti prima dell’ultimo ingresso consentito.

Per assicurare le corrette operazioni di controllo, sicurezza e sanificazione e garantire il rispetto dell’orario delle prenotazioni, i visitatori dovranno presentarsi 15 minuti prima dell’orario segnalato nel voucher di prenotazione.

PalermoCovid19 Sicilia, calano ancora i positivi nell’isola, la regione resta nona per contagio nel paeseSiracusaMigranti a Siracusa, il Comune apre un ufficio per le esigenze degli stranieri