Si corre il Giro di Sicilia a pochi metri di distanza ma la situazione di abbandono morale e materiale che si respira cambia poco. Accade a Palermo, lungo il Foro Italico dove l’off limits per le auto è scattato in netto anticipo.

Qui camminando lungo le strade cittadini ma anche turisti che in questi mesi visitano la nostra città si imbattono in delle vere e proprie strade-dormitorio anzi ancor meglio monumenti-dormitorio.

Qui come documentano le immagini il Palchetto della musica di architettura neoclassica, un tempo meta di quella borghesia palermitana di fine ottocento che passeggiava e trovava ristoro in questi edifici, oggi è diventato rifugio e riparo per tante persone, clochard,  che le amministrazioni e la politica continuano a lasciare ai margini.

Così lo spazio all’interno del colonnato diventa copertura per letti improvvisati  di fortuna e il senso di abbandono e impotenza di quanti osservano regna sovrano.

Leggi anche: Oggi la seconda tappa del Giro di Sicilia: start a Capo d’Orlando e arrivo a Palermo

Riccardo Stacchiotti vince in ‘volata’ la prima tappa del Giro di Sicilia (FOTO)