Settecento le imprese chiuse in Sicilia solo nel primo semestre del 2019, un quadro di incertezze e preoccupazioni al quale il Consorzio Sol.Co. – Rete di Imprese Sociali Siciliane – risponde che fare impresa al Sud si può.

Con il suo modello unico di impresa sociale in rete, Sol.Co. ha impegnato infatti migliaia di lavoratori in Sicilia, realizzando assistenza, innovazione e benessere collettivo e festeggia i suoi 25 anni di attività, organizzando a Palermo un’intera giornata di eventi e approfondimenti.

Con il titolo “Diamo valore alle persone per costruire Comunità”, ieri, nella prestigiosissima sede di Palazzo delle Aquile di Palermo, l’evento si è aperto alle 9.30 con un momento di confronto e dialogo tra esperti del settore, associazioni e Istituzioni, a lavoro per l’Agenzia Sociale per la Casa.

Una progettualità unica al Sud che promuove interventi di prossimità per contrastare il disagio abitativo, riproponendo la Sicilia come spazio produttivo e cornice di tutti quei processi partecipativi e di crescita che rimettono al centro le Comunità.

Nel pomeriggio dalle 16.00 si è tenuto un approfondimento su uno dei temi più dibattuti, cioè il ruolo politico dell’impresa sociale e la costruzione del benessere per le comunità. Ne hanno discusso Leonardo Becchetti, economista, co-fondatore e direttore scientifico di NeXt Nuova Economia Per Tutti, Riccardo Bonacina, giornalista e fondatore di Vita Non Profit, insieme a Edoardo Barbarossa, co-fondatore del Consorzio Sol.Co e presidente di Fondazione Ebbene.

La sera il Consorzio Sol.Co. ha spento le 25 candeline regalando a Palermo arte, cultura e sostenibilità con uno spettacolo dedicato ai Saturdays for Future. Si è aperto proprio in Sicilia alle 21.30 nella Galleria d’Arte Moderna il calendario nazionale di eventi intitolati ai Saturdays for Future, un’iniziativa lanciata da Leonardo Becchetti di NeXt Nuova Economia Per Tutti ed Enrico Giovannini, portavoce ASviS, che stimola i giovani, quelli spronati dalla sedicenne Greta Thunberg, a scendere in piazza e costituire un modello di economia rispettoso non soltanto per l’ambiente ma soprattutto dell’essere umano.

La Rete Sol.Co., impegnata da 25 anni in tutte quelle azioni che rimettono al centro le persone, sposa il modello e ha organizzato un momento di animazione e spettacolo per offrire agli stessi giovani la possibilità di confrontarsi e discutere su temi legati alla solidarietà, economia circolare e consumo responsabile.

Ancora una volta scegliamo di agire non solo come imprese ma come promotori di cultura, sviluppo e futurodichiara Sergio Mondello, presidente del Consorzio Sol.Co. – Ecco perché per i nostri 25 anni di attività – prosegue Mondello – abbiamo voluto donare alla comunità una grande festa fatta di approfondimenti, cultura e spettacolo. Un’occasione per incontrare le persone con cui operiamo, scegliendo ancora una volta di stare in rete. La stessa scelta che ci ha permesso di fare 25 anni d’impresa in Sicilia e siamo certi che ci accompagnerà in un futuro d’impresa”.