La Sicilia, secondo i dati Eurostat dell’ottobre 2018, è tra le regioni d’Europa che detiene la percentuale più bassa di laureati e la metà della media italiana, si aggira al 13% contro il 26% dell’intera Penisola. Quasi uno studente su tre, esattamente il 28%, lascia il territorio per studiare in un’altra regione italiana o in un paese straniero. Per questo motivo l’orientamento post-diploma appare fondamentale per accompagnare i giovani nelle loro scelte per il loro futuro e per limitare il grave fenomeno della dispersione universitaria.

Il Salone dello studente Campus Orienta, giovedì 11 e venerdì 12 aprile, dalle 9.00 alle 13.30, alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, cercherà di dare un contributo a partire dagli studenti prossimi alla maturità. Per due giorni, alla Fiera del Mediterraneo ci saranno per loro circa 30 fra seminari e workshop, e oltre 40 stand di università, accademie enti e istituzioni di tutta Italia con personale esperto nell’orientamento.

L’iniziativa sarà inaugurata giovedì 11 aprile da Giovanna Marano, assessore a Scuola, Lavoro, Giovani e Parità di genere della Città di Palermo, Rosa Di Lorenzo, delegata del Rettore al coordinamento del Centro di orientamento dell’Università di Palermo, e di Domenico Ioppolo, COO di Campus Editori. La manifestazione è organizzata da Class editori con l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia, il patrocinio della Commissione Europea e della città di Palermo, e i partner istituzionali di Confindustria Giovani Imprenditori e Assolombarda; si avvale della partecipazione di Gambero Rosso, Class Academy, Global

Nei due giorni, i visitatori possono muoversi tra un fitto calendario di incontri e servizi. A disposizione degli aspiranti dottori ci saranno corner di orientamento, presentazioni dei corsi delle Università di Palermo, Catania ed Enna Kore, incontri sulle opportunità di studio all’estero. L’ingresso è libero per tutti.