In piazza Ruggero Settimo a Palermo è comparsa una teca con dentro un manichino con tuta rossa, la maschera di Dalì e sotto la scritta “Palermo è uno dei nostri o forse no”.

L’enigma è presto spiegato ed è legato a “La Casa di Carta”, la seguitissima serie tv di Netflix che ha così scelto di annunciare nel capoluogo siciliano l’entrata in scena di un nuovo personaggio che si chiamerà proprio “Palermo”. Non sappiamo ancora se si tratti di un omaggio alla città oppure all’omonimo quartiere di Buenos Aires dal quale potrebbe provenire il personaggio.

Il nuovo membro della banda di rapinatori che assaltano la zecca di Stato spagnola di Madrid andrà ad aggiungersi così a Tokyo, Mosca, Berlino, Nairobi, Rio, Denver, Helsinki e Oslo. Ne “La Casa di Carta” infatti, ogni rapinatore porta il nome di una città.

Grande attesa da parte dei fan, soprattutto quelli palermitani, che contano i giorni per l’inizio della terza stagione della serie tv che andrà in onda a partire dal 19 luglio.

“La casa di carta” (La casa de papel) è una serie televisiva spagnola ideata da Álex Pina.
Nel 2018 ha vinto l’International Emmy Award come miglior serie tv drammatica, diventando la prima serie spagnola a ricevere questo riconoscimento.